Protesta dei Lavoratori Socialmente Utili della Regione Campania sotto Palazzo Chigi - ROMA

Napoli -

 

 I lavoratori socialmente utili della Campania manifestano a piazza Montecitorio. Chiedono assunzioni per tutti

La delegazione dei lsu è stata ricevuta dal Dott. Boccia della Presidenza del Consiglio al quale RdB ha chiesto di aprire un tavolo con la regione Campania per l’assunzione dei lsu  con interventi  necessariamente adeguati alla condizione di straordinarietà.

 

 Nell’incontro si è manifestata la disponibilità, da parte del governo  a valutare e sostenere finanziariamente un piano di assunzioni,  qualora la regione presenti una proposta  come è stato fatto dalla regione Calabria.

 

....................................................................

COMUNICATO STAMPA

PRECARIATO: LSU CAMPANI PROTESTANO IN PIAZZA MONTECITORIO

Chiedono incontro con la Presidenza del Consiglio per avviare contrattualizzazione

E’ in corso questa mattina in piazza di Montecitorio un presidio dei Lsu della Campania organizzati con le RdB-CUB, che chiedono un incontro con la Presidenza del Consiglio per poter finalmente avviare la contrattualizzazione del loro rapporto di lavoro. “Si parla tanto di emergenza sociale in Campania, mentre i Lavoratori Socialmente Utili sono costretti in condizioni di precarietà cronica da decenni”, dichiara Elisabetta Callari delle RdB-CUB. “Chiediamo di essere ricevuti dalla Presidenza del Consiglio perché è doveroso riconoscere a chi da anni svolge a tutti gli effetti mansioni lavorative il diritto ad un contratto vero. Senza i Lsu molti comuni sarebbero costretti a chiudere i battenti: è ora di dare diritti e dignità anche questi lavoratori”, conclude Callari.

Roma, 4 luglio 2007

.....................................................

 

 

Alcuni lavoratori Socialmente Utili, provenienti da tutte le province della Regione Campania si sono dati appuntamento, domani mattina alle ore 10,00 sotto Palazzo Chigi, per protestare contro le scelte politiche del Governo dedicate ad un piano di sviluppo per la Regione Campania , le cui misure,  in termini di interventi economici, sono insignificanti se rapportate alla solo questione di avvio per alla stabilizzazione del rapporto di lavoro degli oltre  8.000 (ottomila) LSU operanti in tutti gli uffici pubblici della  Regione Campania.

 

La protesta, organizzata dalla RdB/CUB con un sit-in sotto palazzo Chigi,  vuole rimarcare la poca attenzione che il Governo ha dedicato alla problematica sociale ed  occupazionale campana, pur essendo la stessa Regione oggetto di continue attenzioni.

 

La disparità di trattamento è ravvisata  nella circostanza in cui, mentre la Regione Calabria ha ottenuto, attraverso un provvedimento legislativo approvato nella  seduta del 23 aprile, un contributo specifico pari a 60 milioni  di Euro per l’anno 2007,  finalizzati alla concessione di incentivi per l’assunzione a tempo pieno ed indeterminato dei lavoratori in attività socialmente utili e dei lavoratori di pubblica utilità, ad integrazione di quanto previsto dal  comma 1156 lett. f) della Legge Finanziaria 2007, la Regione Campania  è stata relegata tra le ultime,  in termini di percentuali, per poter accedere ai contributi specifici previsti alla stabilizzazione dei Lavoratori Socialmente Utili in applicazione delle stesse norme Legislative, così come riportate nella  Circolare esplicativa del Ministero del lavoro e della Previdenza Sociale pubblicata in G.U. del 18 giugno u.s.

 

Non sono più tollerabili questi discrimini tra lavoratori,  come pure non sono più tollerabili  disparità di interventi tra regioni  le cui condizioni, sociali ed occupazionali, sono divenute drammatiche, in particolar  modo, per quanto attiene la Regione Campania.

 

Sono queste alcune delle  questioni  che saranno rappresentate al  Governo durante l’incontro previsto nell’arco della giornata, con il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio On.le Enrico Letta.

 

Basta con le menzogne, basta con le false promesse, basta con lo sfruttamento ed il lavoro nero che hanno reso le pubbliche Amministrazioni efficaci ed efficienti.

 

Pretendiamo risposte certe, concrete e subito.

 

“Assunti tutti Assunti d’avvero”

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni