Precari del comune di Roma: LE RDB-CUB PRESENTANO DUE DELIBERE DI INIZIATIVA POPOLARE PER STABILIZZARE I PRECARIiziative dei precari

Roma -

in allegato un lungo documento relativo all'incontro che abbiamo avuto il 30 marzo e il 4 aprile CON L’ASSESSORE AL PERSONALE LUCIO D’UBALDO E CON IL DIRETTORE DEL PERSONALE PIETRO BARRERA

28 marzo 2007 - Comunicato RdB CUB P.I. Comune di Roma

CARTA VINCE, CARTA PERDE!
Ennesimo bidone ai danni dei lavoratori precari: il Comune di Roma e cgil-cisl-uil-diccap-csa firmano un accordo per la limitazione a pochi intimi del percorso di stabilizzazione

Già all'indomani degli accordi-truffa del 7 Novembre (per il settore scolastico-educativo) e del 18 Dicembre (per il personale amministrativo) denunciammo con forza la debolezza di quegli accordi "storici".
Ad oggi nessun precario del settore scolastico-educativo o amministrativo risulta ancora stabilizzato.
Spunta invece un nuovo accordo del 22 Marzo con cui si impone l'interruzione del contratto in essere. In questo modo si crea un pericoloso presupposto alla dilatazione del requisito dei tre anni richiesti dalla legge finanziaria come condizione per la stabilizzazione.
Inoltre questo ulteriore ostacolo risulta addirittura più riduttivo delle norme contenute nella legge finanziaria, che invece prevedono la proroga dei contratti, in attesa del compimento delle procedure di stabilizzazione.
Si rimanda inoltre ad un momento successivo - e alla valutazione dell'Osservatorio sul lavoro flessibile - il censimento delle altre forme di lavoro precario, rendendo così manifesta l'assoluta non conoscenza di questo fenomeno: ma è proprio così?
Da mesi l'amministrazione comunale ha consegnato a tutte le organizzazioni sindacali la rilevazione dei rapporti di lavoro precario che, oltretutto, sono contenuti all'interno della relazione tecnica allegata al bilancio di previsione approvato oltre un mese fa.
Di quale censimento hanno ancora bisogno?
Di quello per perdere tempo e non fare nulla?
Dobbiamo avere consapevolezza che solo rilanciando con forza tutte le battaglie in cantiere è possibile raggiungere qualche risultato.

Invitiamo tutti i lavoratori e le lavoratrici a partecipare al prossimo
sciopero del 30 Marzo 2007
con appuntamento a piazza della Repubblica alle 9,30

Contemporaneamente invitiamo tutti i lavoratori e le lavoratrici a moltiplicare gli sforzi per la raccolta delle firme sulle due proposte di delibera di iniziativa popolare per la stabilizzazione di tutti i rapporti di lavoro precario, la valorizzazione delle competenze del personale di ruolo e la reinternalizzazione dei servizi.

COMUNE DI ROMA: LE RDB-CUB PRESENTANO DUE DELIBERE DI INIZIATIVA POPOLARE PER STABILIZZARE I PRECARI, VALORIZZARE LE COMPETENZE DEI DIPENDENTI DI RUOLO E AVVIARE LA REINTERNALIZZAZIONE DEI SERVIZI

Assemblea del personale capitolino
Roma - 19 febbraio, ore 11.30 - Campidoglio, Sala del Carroccio

Il 19 Febbraio presso la sala del Carroccio in Campidoglio si terrà un’assemblea di tutto il personale capitolino nel corso della quale saranno presentate le due proposte di deliberazione (una per la Giunta e una per il Consiglio) finalizzate:
- alla stabilizzazione del personale precario oltre i magri programmi dell’Amministrazione Comunale;
- alla valorizzazione del personale di ruolo, onde evitare che agli idonei nei concorsi interni siano preferiti professionisti esterni scelti "intuitu personae" senza alcuna selezione e anche per sostenere la necessità di riqualificare personale con qualifiche anacronistiche quali i Terminalisti (CPT), gli Esecutori amministrativi (OSAI), etc.
- ad avviare una puntuale ricognizione che permetta di verificare la convenienza economica e i reali livelli di qualità dei servizi che il Comune di Roma appalta all’esterno o fa gestire a Società partecipate.
La raccolta delle 5.000 firme necessarie alle delibere di iniziativa popolare è già stata avviata dalle RdB-CUB, che con questa iniziativa intendono ancora una volta porre i lavoratori al centro dell’azione sindacale.

Il Comune di Roma conta oltre 7000 i precari, di cui circa mille amministrativi e il restante distribuito nei servizi scolastici, educativi e sociali, precari da anni con contratti che vanno dai tempo determinato ai co.co.co, co.co.pro e interinali, oltre a tutto il precariato diffuso nei servizi esternalizzati.

Di fronte all’enormità di questi numeri e a una finanziaria che apre qualche timido ma significativo spiraglio, i sindacati cgil, cisl e uil sbandierano protocolli di intesa vaghi e non risolutivi per i contratti più precari e, con queste “dichiarazioni” d’intenti, puntano a normalizzare la voglia di mobilitazione e di soluzioni vere dei Lavoratori.

            Tutti parlano di precariato e danno ricette e consigli ma ad oggi e dopo anni di precarietà mancano proposte di soluzione che prevedano in maniera chiara l’assunzione a tempo indeterminato nel Comune per tutti i precari.

RdB ritiene che solo la mobilitazione e la continua pressione dei Lavoratori organizzati può costringere la Giunta e il Consiglio ad adottare atti certi, deliberazioni concrete - per una vera assunzione - in prossimità della discussione e dell’approvazione del bilancio comunale.

Martedì 21 Novembre 2006 ore 16.00

c/o Sede RdB/CUB via dell’Aeroporto 129 - ROMA

Riunione dei/lle Lavoratori/trici precari/e, atipici,  interinali  del Comune di Roma

Per decidere e coordinare le prossime iniziative di mobilitazione e per chiedere alla Giunta Veltroni un piano straordinario di assunzione di tutti i precari

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni