Ora basta! nessuno a casa tutti in piazza! Venerdì 17 sciopero nazionale e manifestazione a roma

Nazionale -

“L'approvazione alla Camera dell'art.37 bis ammazzastabilizzazioni rappresenta l'ennesima mannaia sul servizio pubblico e sulle prospettive di vita di oltre 300 mila lavoratori”, dichiara Carmela Bonvino della Federazione nazionale RdB-CUB. “Governo e il Parlamento non stanno mettendo fine al precariato nella P.A., ma semplicemente mettono alla porta lavoratori che da diversi anni e con forme contrattuali atipiche, le più svariate e le meno tutelate, hanno garantito con abnegazione il funzionamento di servizi pubblici essenziali in ospedali, enti locali, croce rossa, enti di ricerca, università e scuole”.

"Ma la risposta a chi pensa di liquidare i precari e le tantissime lotte di questi ultimi due anni sarà forte e determinata – conclude Bonvino - il 17 ottobre i precari scenderanno in piazza a Roma per lo sciopero generale indetto da CUB Cobas SdL, numerosi e decisi a non mollare”.

 

Via libera dell'aula della Camera all'articolo 37 bis del ddl lavoro collegato alla Finanziaria che cancella la misura approvata dal governo Prodi sulla stabilizzazione dei precari della Pubblica amministrazione. Dal

 

1° luglio 2009, data in cui scadono i contratti dei precari che sono stati prorogati al 30 giugno 2009, i lavoratori co.co.co e a tempo determinato non vedranno rinnovato il loro rapporto e in base ai dati acquisiti dal ministero della Funzione pubblica,

 

l'amministrazione decidera' se e quanti concorsi avviare per assumere chi ha gia' lavorato nel settore pubblico.
* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni