C'è un solo sciopero ed è generale! il 17 ottobre anche i lavoratori ex-lsu delle scuole saranno in piazza a Roma.Illegittimo lo sciopericchio indetto il 14 dal filcams e uiltrasporti

Nazionale -

 a tutti i LAVORATORI ex LSU dipendenti ditte e cooperative di pulizia nelle scuole ed ex co.co.co.

A dicembre scorso i soliti sindacati confederali, gli stessi che hanno voluto l’esternalizzazione del servizio,  hanno rinnovato il CCNL delle imprese di pulimento peggiorandone le condizioni, sia sul piano lavorativo che su quello economico.

OGGI cosa succede ?

 Il Governo Berlusconi e la sua maggioranza considerano i Lavoratori come numeri da diminuire per risparmiare, sostengono che “le pulizie nelle scuole sono un onere”, qualcun’altro vorrebbe fare drastici “tagli” al bilancio dei servizi e bloccare qualsiasi ipotesi di internalizzazione.

 In questo momento non serve uno “sciopericchio” parziale, fuori dalle regole e a difesa degli interessi dei consorzi come quello indetto da Filcams e uiltrasporti!E’ in discussione la Finanziaria e la decisione sulle risorse da stanziare sta al Governo tutto!

Cattive notizie all’orizzonte anche per i CO.Co.Co.! Con l’emendamento ammazza precari (il p.d.l. 1441), che prevede la cancellazione di tutte le norme, precedentemente stabilite dalle finanziarie del governo Prodi, volte a stabilizzare (almeno nella teoria) i precari del pubblico impiego, si assisterà al massacro di tutti i lavoratori precari, compresi i co.co.co. ex-lsu delle scuole

 Il p.d.l 1441 quater consentirà di risolvere il problema del precariato in maniera radicale e definitiva, infatti non saranno più previste proroghe ai contratti e, con i super tagli della riforma Gelmini, NIENTE PIU’ ASSUNZIONI NELLA SCUOLA ! Quindi tutti a casa !

Quanto alla posizione dei co.co.co. è in forse persino il finanziamento per la proroga del contratto del 2009!

 I sindacati confederali, nel frattempo, continuano a intrattenersi, a all’insaputa dei lavoratori, con il Ministero della Pubblica Istruzione, recitando stancamente e senza convinzione sempre la stessa logora litania e proclamando scioperi “illegittimi” più a difesa degli interessi dei privati in appalto che degli ex-lsu!

E allora?

  Oggi serve uno lo SCIOPERO GENERALE e ed una massiccia partecipazione alla MANIFESTAZIONE NAZIONALE a ROMA

 Contro il Governo e per:

·      Impedire che il taglio delle risorse alle scuole e al servizio pubblico comportino il licenziamento di un solo ex-lsu;

·      reinternalizzare il servizio e riconoscere ai Lavoratori ex-LSU la professionalità acquisita e le mansioni effettivamente svolte in tanti anni come Collaboratori scolastici e personale di segretaria, prevedendo percorsi di riassorbimento nei ruoli dei personale ata per una vera stabilizzazione e per tagliare gli inutili costi dei profitti per le imprese;

Contro Confindustria, Piccola e media Impresa, Lega delle Cooperative e Confcooperative per:

·      non far ricadere sui lavoratori l’aumento dei carichi di lavoro senza nessun corrispettivo;

·      obbligare i Consorzi gia’ da oggi alla sostituzione del personale assente

·      portare il MONTE ORE settimanale, da 35 fino a 40 settimanale, da SUBITO;

 ALZIAMO LA TESTA, E' ORA DI LOTTARE!

 Venerdì 17 ottobre - Sciopero Generale –

 

 Manifestazione nazionale a Roma

ore 9,30 corteo da piazza della Repubblica

per partecipare contatta la Sede RdB a te più vicina

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni