Precariato

LSU- LA PENSIONE E’ UN DIRITTO! COMBATTERE PER LA PENSIONE DIGNITOSA E’ DOVEROSO E SOCIALMENTE UTILE.

Le ultime news  sulla previdenza strillate dall’INPS: buste arancioni sulla pensione futura limitata al settore privato….. pensioni da fame solo a 75 anni per i giovani precari…… bonus sulle pensioni minime…. pensioni anticipate…… E le pensioni inesistenti per i LSU  e inconsistenti per ex LSU stabilizzati non ce le metti? Ricordiamo tutti le dichiarazioni dell’ex Presidente INPS Mastrapasqua:” se dovessimo dare le simulazioni della pensione   ai precari rischieremmo un sommovimento sociale”. FORSE E’ ARRIVATA L’ORA!!!!


Dopo 20 anni di precariato LSU nella pubblica amministrazione e assunzioni rinviate di anno in anno con contributi = 0 per ogni giorno, mese, anno  di lavoro sottopagato,  solo USB alza il velo sulla questione contributiva,  e non da oggi.


Abbiamo sempre contrastato le riforme del sistema previdenziale che dal 1995 in poi hanno aggravato la posizione dei lavoratori, sia attuali precari che assunti dopo anni di lotte nella Pubblica Amministrazione, nel primo caso con incremento  del gap previdenziale, impossibile da colmare e insostenibile per  il riscatto con oneri di circa 5000€ per ogni anno lsu a totale carico del lavoratore, nel secondo aggravato dal riscatto più ricongiunzione onerosa richiesta dalla cassa Ex Inpdap  per la portabilità dei contributi  (riscattati)  alla gestione pubblica.


Lo Stato ha risparmiamo miliardi sul passato per mancati versamenti e se non smontiamo il sistema continuerà a prosciugare miliardi sul futuro per pensioni non pagate o sottopagate a decine di migliaia di lavoratori occupati in progetti lsu.


USB ha chiesto già al Ministro del Lavoro  l’immediata istituzione del tavolo  tecnico  tra Ministero del Lavoro/ INPS per adottare correttivi alle norme  finalizzate a:


•    riconoscimento  del valore economico ai contributi figurativi che producano  effetti sulla misura della pensione futura;
•    ricongiunzione non onerosa per contributi versati in diverse casse assicurative;
•    equivalenza tra la  cassa gestione privata (Inps) e gestione pubblica (ex Inpdap) per la portabilità dei contributi LSU,


Questa è la piattaforma su cui la USB intende confrontarsi perché il lavoro prestato in LSU   sia riconosciuto a partire dai contributi veri , perché  chi ha lavorato per anni da precario nella Pubblica Amministrazione abbia pieno  diritto alla misura della pensione, senza ulteriori penalizzazioni o costi da sostenere.
Se non si riconquistano tutti i diritti per la pensione,  la condizione di impoverimento sociale ed economico sarà cristallizzato a vita,   e ogni diritto non preteso sarà  definitivamente perduto e inesigibile.  RIPRENDIAMOCI IL FUTURO, NON SOLO PER NOI: Oltre le iniziative già avviate della raccolta firme per i contributi, USB ha indetto


ASSEMBLEA  SULLA PREVIDENZA A NAPOLI - 10 MAGGIO


MANIFESTAZIONE NAZIONALE   A ROMA –  20 MAGGIO